MOVIECARSLA PASSIONE CORRE SULLA PELLICOLA

Aston Martin DB5

14.02.2017   |   007   |   Aston Martin
Aston Martin produrrà una serie limitata della DB5

L'auto iconica di James Bond

La splendida Aston Martin DB5 è rimasta impressa nella memoria di generazioni di appassionati, non in misura secondaria grazie ai film sull'agente 007 James Bond. L'immagine di quell'auto ha ancora un tale appeal che la casa britannica ha deciso di produrne una replica, anzi una continuazione. Sarà una serie estremamente limitata, solo 25 esemplari le cui consegne cominceranno nel 2020. D'altra parte saranno pochissimi coloro in grado di permettersela, perché verrà venduta al modico prezzo di 2,75 milioni di sterline, tasse escluse. Al cambio attuale fanno circa 3,05 milioni di euro. 

La produzione della continuazione della Aston Martin DB5 verrà eseguita nella fabbrica inglese di Newport Pagnell, dove nacque anche la prima DB5. La vettura sarà una replica fedele dell'originale; colore unico, l'argento Silver Birch. Dettaglio non trascurabile: l'auto non sarà omologata per la circolazione stradale.

La realizzazione della vattura vedrà una stretta collaborazione con la casa di produzione cinematografica EON Productions, non solo dal punto di vista dei diritti sul film. Infatti la DB5 Continuation includerà alcuni dei gadget creati per il cinema dall'esperto di effetti speciali Chris Corbould.

Non viene specificato quali siano questi gadget. Tuttavia possiamo ragionevolmente escludere che non verrà montata la mitragliatrice. Anche sul sedile espulsore e sul lancia-olio abbiamo qualche dubbio. Oltre ai 25 esemplari da vendere ne verranno costruiti altri tre. Uno ciascuno resterà ad Aston ed Eon. L'altro verrà venduto in un'asta di beneficenza.

L'Aston Martin DB5 originale uscì nel 1963. Il design della coupé era italiano, opera della Carrozzeria Touring. Meccanicamente era un'evoluzione della DB4. Il motore a sei cilindri in linea da 3.995 cc erogava 285 cavalli a 5.500 giri, potenza notevole per l'epoca. Coppia massima di 380 Nm a 4.500 giri. Distribuzione a doppio albero a camme in testa e tre carburatori SU. Peso a vuoto 1.465 Kg. Velocità massima 238 Km/h, accelerazione 0-60 miglia orarie in 7,1 secondi (circa 8 secondi da 0 a 100 Km/h). La versione coupé venne prodotta fino al 1965 in 898 esemplari. Furono costruite anche versioni cabrio e shooting brake.

La prima apparizione cinematografica dell'Aston Martin DB5 risale al 1964 in quella che a detta di molti è la migliore pellicola della serie, cioè Goldfinger, in cui 007 è interpretato da Sean Connery. Nonostante l'agente 007 abbia sempre avuto a disposizione le supercar più moderne (non solo Aston), la DB5 è rimasta particolarmente nel suo cuore, perché dopo aver liquidato il perfido Goldfinger l'ha usata in altri sei film. O meglio, è apparsa in altri sei film. L'ultimo è un cameo, una brevissima squenza nel recente Spectre; solo un pezzo di carrozzeria, quanto restava dell'auto distrutta dal cattivone Silva nel film precedente, Skyfall.

 

Link alla scheda